Le pitture di Filippo Severati al Cimitero Monumentale del Verano

Mostra espositiva all'esterno della Sala Mater Admirabilis

Le pitture di Filippo Severati sono un patrimonio di opere d’arte tra i più qualificanti del cimitero monumentale di Roma.
Filippo Severati (Roma 1819-1892) è infatti autore di più di duecentocinquanta ritratti conservati nel Cimitero Monumentale del Verano e ancora in buono stato di conservazione, nonostante l’esposizione agli agenti atmosferici per oltre un secolo.Si tratta di opere realizzate con una tecnica innovativa il cui brevetto "pittura a fuoco su supporto di porcellane e lava vulcanica" è ancora conservato presso l’Archivio di Stato ed è rimasto segreto fino a dopo la morte dell’artista. Tale nuova modalità pittorica, di grande qualità e di eccezionale resistenza alle intemperie, valse al disegnatore il titolo onorifico di “porcellanista” (gli fu conferito da Papa Pio IX).
Le realizzazioni di Severati hanno saputo tramandare non solo le effigi delle persone ritratte con una vivezza straordinaria, ma anche i segni di un periodo storico, di un ambiente sociale, attraverso i piccoli dettagli dei vestiti o dei gioielli, che permettono di ricostruire una sorta di storia del costume e delle tradizioni dell’epoca.

La Mostra espone la galleria fotografica di alcune delle principali opere di Severati presenti al Verano, e illustra il percorso artistico del pittore e le sue originali tecniche pittoriche.
Dal 28 ottobre al 2 novembre.